Come cucire una bandiera ( a goccia )


In passato in ogni casa c’era qualcuno in grado di cucire, complici la crisi del settore tessile e l’orientamento delle nuove generazioni verso altre professioni, oggi risulta essere una competenza più difficile da riscontrare.
Il lavoro sartoriale che ci interessa è quello relativo alla confezione di una bandiera e all’allestimento di espositori pubblicitari personalizzati con stampa digitale prodotta su tessuto.
Asole, bordi, velcro, fettucce, laccetti e tante altre lavorazioni, niente di particolarmente difficile ma al tempo stesso non improvvisabili da chiunque.

Indispensabile la giusta attrezzatura con un mix di abilità manuale ed esperienza.
Dopo aver stampato i tessuti è indispensabile praticare la confezione sartoriale atta a finalizzare la stampa e renderla compatibile con l’applicazione scelta.
Eseguire questo genere di finitura a regola d’arte permette di valorizzare l’estetica dello stampato calzando perfettamente il tessuto sull’espositore di turno proprio come si fa per l’imbastimento di un abito su misura.
Questa fase di finishing, specialmente per le strutture pubblicitarie ad uso outdoor come bandiere e gazebo, diviene fondamentale anche per aumentarne robustezza e durata.
A titolo di esempio proponiamo un brevissimo tutorial, l’estratto video presenta la confezione della nostra bandiera Goccia2 ma può essere considerato indicativo anche per le bandiere a goccia più grandi e per quelle di altre forme (bandiere a vela, pinna, rettangolari, … non differiscono da un punto di vista operativo ma solo per alcuni accessori).
La bandiera presente nel video è realizzata su tessuto poliestere nautico stampato in sublimazione a caldo, il filo di cucitura è tenax alta resistenza, la confezione è eseguita da un’operatrice che si avvale di macchina da cucire e taglia e cuci professionali.