Stand Portatili Twistlock

Gli stands portatili come alternativa vincente agli allestimenti tradizionali.

Ricordate allestitori, cartongessisti, falegnami e trasportatori? Per la prossima fiera potrebbero non servirvi… probabilmente dovrete anche eliminare chiodi, viti, bulloni, martelli, cacciaviti e utensili vari.
E’ il trionfo degli stand portatili, da montare in modo facile e intuitivo, da soli e in pochi minuti, trasportandoli in comode borse e trolley.
Che l’allestimento abbia inizio… in piena libertà e autonomia!

Perché questi kit espositivi stanno sempre più raccogliendo le preferenze del pubblico? Rispetto agli allestimenti tradizionali questi stands portatili offrono indubbi vantaggi.
Vengono definiti stand in valigia per la loro apprezzata trasportabilità. Lo stand smontato può infatti essere richiuso e trasportato agevolmente grazie a trolley e comode borse.
Stand portatili
Questa caratteristica è l’ideale per chi partecipa ad eventi con necessità di spostamenti più o meno frequenti. Si pensi anche ad aziende che espongono in fiere all’estero (Dubai, Russia, Cina, Usa…), in locations dove organizzare l’allestimento diventa un’impresa con mille difficoltà (linguistiche, logististiche, economiche, etc.).L’alternativa e quindi scegliersi lo stand a “casa”, portarlo con se in occasione della manifestazione e renderlo operativo sul posto con poche semplici mosse.

L’assemblaggio di questi stands è davvero alla portata di tutti (non bisogna essere allestitori professionisti), senza fatica e con grande rapidità è possibile eseguire un montaggio/smontaggio immediato dell’esposizione.
Non solo funzionalità e praticità ma anche design ed estetica caratterizzano questi kit espositivi che appaiono accattivanti, attuali e di grande impatto.
Terminate le esposizioni si rimette tutto in “valigia” per poter impiegare nuovamente lo stand in occasione di ulteriori appuntamenti.

A proposito dei successivi impieghi degli stands in valigia va sottolineata la possibilità di avere grafiche rinnovabili.
Questo aspetto, oltre a permettere liberi sfoghi creativi, allunga la vita dello stand (già di suo pensato per essere durevole): intervenendo semplicemente sul cambio stampa si può infatti effettuare un vero e proprio restyling della propria postazione tutte le volte che lo si desidera.
Sempre in quest’ottica va ricordata anche la proprietà di espansibilità che permette di modificare e ampliare questi stands nel tempo adeguandoli a spazi espositivi di volta in volta diversi.
Fattore non secondario è poi quello dell’ ottimo rapporto qualità/prezzo che queste soluzioni espositive possono vantare, soprattutto in periodi come questo in cui l’investimento fieristico rischia di essere “pesante” è bene sapere che consentono un risparmio economico rispetto ai classici preallestiti anche perché la loro possibilità di impiego non è circoscritta al contesto fieristico ma spazia in svariati contesti (eventi in genere, dotazione per hostess e promoter impiegati nelle loro attività di marketing, tour promozionali itineranti, meeting, infopoint, convention, isole promozionali in centri commerciali, marketing corner in punti vendita e showroom e tante altre occasioni di promozione….).Se l’allestimento prevede una collocazione outdoor è necessario orientarsi su strutture pubblicitarie che sappiano coniugare la praticità degli stands portatili con requisiti di stabilità e sicurezza.
E’ possibile coordinare vari elementi di comunicazione (come ad es. Gazebo, totem , bandiere, ombrelloni, etc) per ottenere spazi espositivi efficaci, essenziali, dai costi contenuti e con un notevole impatto visivo.
In genere a completare il quadro espositivo si trovano banchetti desk e da espositori portadepliant (anch’essi trasportabili), pavimentazioni personalizzate, kit illuminazione, espositori porta prodotto, sedute ed altri complementi.
Di seguito una carrellata di stands portatili, differenti per budget, estetica, caratteristiche e modalità di utilizzo: